Blog

Cesti di Natale!

cestini_natale_sole_di_ostia02Ecco un’altra bellissima i gustosa idea regalo per le feste Natalizie!
Abbiamo preparato i “classici” cestini di Natale, di varie dimensioni e gusto. Perchè “classici” fra virgolette?

Ma perchè all’interno, accanto ad alcune golosità più tradizionali, potete trovare i nostri dolci artigianali nella loro originale confezione! Regalatevi o regalate un cestino che nulla ha di industriale e impersonale. Dentro i nostri c’è la qualità ed il lavoro minuzioso fatto a 2 metri dal bancone, nel nostro laboratorio!

E se quelli che abbiamo preparato non vi piacciono? Strano, ma possibile :) . Nessun problema, venite a comporre il vostro!

Vi aspettiamo al Sole di Ostia!

Panettoni Artigianali, i nuovi gusti!

panettoni_artigianali_sole_di_ostiaAnche quest’anno il nostro laboratorio è stato molto impegnato nella preparazione dei dolci di Natale! Da noi, naturalmente, rigorosamente artigianali, con le ricette della tradizione rivisitate e ingredienti di qualità superiore!

Nostro fiore all’occhiello, come tutti gli anni, i panettoni, immancabili sulle nostre tavole le sere della festa. Quest’anno vogliamo deliziarvi con quattro differenti gusti: accanto al classico potete trovare il panettone al Cioccolato, ai Marron Glaces e lo specialissimo Fondente, Uvetta e Rhum.

Anche la confezione è tutta da gustare, questa volta con gli occhi, e ciò rende i nostri dolci anche graditissimi regali! Passa a trovarci al Sole di Ostia!

(psst: Buon Natale!)

Torte personalizzate roma

Torte personalizzate Roma, basta la tua fantasia e l’aiuto dei nostri esperti pasticceri.

Ogni compleanno, anniversario, ricorrenza o festa “senza alcun motivo” necessita di una torta, il dolce per antonomasia che chiude in bellezza i nostri pranzi e le nostre cene.

Permettici di rendere la tua festa ancora più originale e “dolce”. Nel nostro laboratorio realizziamo tutte le tue torte personalizzate.

Possiamo creare davvero di tutto:

forme particolari, stampare le tue foto sulla glassa o semplicemente utilizzare gli ingredienti che vuoi tu.

Porta la tua fantasia, al resto pensa Il Sole di Ostia! Contattaci o passaci a trovare!

/em>

Gelato alla Cannella!

La Cannella è una spezia, ricavata direttamente dai rami o dai piccoli fusti dell’albero (al contrario delle altre spezie ricavate da foglie e fiori). Si usa la parte interna della corteccia che viene progressivamente essiccata. La qualità è data dall’età, più il fusto è giovane meglio è!

E’ composta per il 10% da acqua, proteine, zuccheri, fibre e grassi in minima quantità. Possiede una discreta quantità di minerali fra cui calcio, manganese, magnesio, ferro, potassio, fosforo, sodio, selenio e zinco. E troviamo anche vitamine come la A, alcune del gruppo B, la C e anche E, K, J.

Ha molte proprietà salutari, ad esempio è un antisettico e aiuta a regolare la quantità di zuccheri nel sangue. Inoltre stimola la digestione ed è uno stimolante, quindi aiuta ad alleviare gli stati di spossatezza dovuti ad esempio a influenza o stress.
Con tante proprietà così salutari, non potevamo non fare il nostro artigianalissimo gelato alla cannella!!!
Venite a provarlo al Sole di Ostia

Che Dolce, mamma! Domenica la festa della mamma.

festa della mamma fragoleLo sapete che l’origine della festa della Mamma risale alle prime popolazioni politeiste? Fra queste infatti si celebravano la Madre Terra e le divinità femminili legate alla rinascita della natura in primavera, che rappresentavano fertilità e vita.

Solo intorno al 1600 1700 venne ufficializzata in Inghilterra ed è diventata, più o meno, come la conosciamo noi.
In Italia arriva nel 1957 e si celebra la seconda domenica di Maggio.

E’ una festività un pò “strana”, perchè nei vari Paesi si celebra in giorni diversi, in Norvegia addirittura a Febbraio!

Naturalmente non c’è un giorno che vada bene più degli altri per festeggiare la Mamma! Ma noi, dal momento che festeggiamo in piena primavera, possiamo approfittarne!

I simboli sono infatti il rosso, il cuore e la rosa, e cosa è una fragola se non un bel frutto rosso a forma di cuore?

In questo periodo ci possiamo sbizzarrire con dolci ai frutti di bosco, freschi e gustosi. Fragole ricoperte di cioccolato o mignon con crema e frutta fresca, rigorosamente rossa per la festa della Mamma, come lamponi o mirtilli.

Veniteci a trovare al Sole di Ostia e regalate un Dolce (rigorosamente artigianale) alla vostra dolce mamma!

La Pastiera: poco zucchero e tanta felicità

Uno dei dolci più classici della tradizione pasquale è la pastiera napoletana.

Questo dolce ha varcato ben presto i confini “campani” e oggi è un dolce famoso in tutta Italia (e non solo!).

Da sempre simbolo della cucina Pasquale le sue origini si perdono nel mito: si narra che le mogli dei pescatori lasciarono in riva al mare ceste contenenti gli ingredienti della Pastiera per buon auspicio. Al mattino i flutti avevano mischiato gli ingredienti e dato vita alla Pastiera!

Più recente un’altra storia molto famosa: la tradizione vuole che  Maria Teresa D’Austria, la moglie del re Ferdinando II° di Borbone, cedendo alle insistenze del marito assaggiò una fetta di Pastiera e sorrise per la prima volta in pubblico. Ferdinando non perse occasione per affermare: “Per far sorridere mia moglie ci voleva la Pastiera, ora dovrò aspettare la prossima Pasqua per vederla sorridere di nuovo”.

Questa Principessa dei Dolci ha dunque basso grado zuccherino, ma alto grado di felicità! Si abbina magistralmente con Marsala, Passito di Pantelleria o sherry.

Noi, al reparto pasticceria del Sole di Ostia, abbiamo preparato nel nostro laboratorio tante gustose Pastiere per arricchire e portare un altro pizzico di felicità sulle vostre tavole. Passateci a trovare ed assaggiate le nostre pastiere, preparate con cura e con la selezione di ingredienti di primissima qualità che sempre ci contraddistingue! Solo al Sole di Ostia!

Riportiamo la filastrocca napoletana relativa alla storia di Maria Teresa d’Austria:

 

A Napule regnava Ferdinando
Ca passava e’ jurnate zompettiando;
Mentr’ invece a’ mugliera, ‘Onna Teresa,
Steva sempe arraggiata. A’ faccia appesa
O’ musso luongo, nun redeva maje,
Comm’avess passate tanta guaje.
Nù bellu juorno Amelia, a’ cammeriera
Le dicette: “Maestà, chest’è a’ Pastiera.
Piace e’ femmene, all’uommene e e’creature:
Uova, ricotta, grano, e acqua re ciure,
‘Mpastata insieme o’ zucchero e a’ farina
A può purtà nnanz o’Rre: e pur’ a Rigina”.
Maria Teresa facett a’ faccia brutta:
Mastecanno, riceva: “E’ o’Paraviso!”
E le scappava pure o’ pizz’a riso.
Allora o’ Rre dicette: “E che marina!
Pe fa ridere a tte, ce vò a Pastiera?
Moglie mia, vien’accà, damme n’abbraccio!
Chistu dolce te piace? E mò c’o saccio
Ordino al cuoco che, a partir d’adesso,
Stà Pastiera la faccia un pò più spesso.
Nun solo a Pasca, che altrimenti è un danno;
pe te fà ridere adda passà n’at’ anno!”

 

 

 

 

San Giuseppe Frittellaro

Di Checco Durante -1950

San Giuseppe frittellaro
tanto bbono e ttanto caro,
tu cche ssei così ppotente
da ajutà la pora ggente,
tutti pieni de speranza
te spedimo quest’istanza:

fa sparì dda su la tera
chi ddesidera la guera.

 

Fa vvenì l’era bbeata
che la ggente affratellata
da la pace e dar llavoro
non ze scannino tra lloro.

Fa ch’er popolo italiano
ciabbia er pane quotidiano
fatto solo de farina
senza ceci né saggina.

Fa cche ccalino le tasse
e la luce, er tranve e’r gasse;
che ar ttelefono er gettone
nu’ lo mettano un mijone,
che a ppotè legge er ggiornale
nun ce serva ‘n capitale.

Fa che tutto a Campidojo
vadi liscio come ll’ojo:
che a li ricchi troppo ingordi
je se levino li sordi
pe’ ccurà quer gran mmalato
che sarebbe l’impiegato,
che così l’avrebbe vinta
p’allargasse’n po’ la cinta.
Mo quer povero infelice
fa la cura dell’alice

e la panza è ttanto fina
che se ’ncolla co’ la schina.

 

 

O mmio caro San Giuseppe
famme fa ‘n ber par de peppe (scarpe),
ma fa ppure che er pecione (carzolaro)
nun le facci cor cartone
che sinnò li stivaletti
doppo ‘n mese che li metti
te li trovi co li spacchi
ssenza sola e ssenza tacchi.

E fa ppure che’r norcino
er zalame e er cotichino
ce lo facci onestamente
cor maiale solamente
che ssinnò lì drento c’è
tutta l’arca de Noè.

Manna er ffreddo e mmanna er zole,
tutto quello che cce vole
pe’ ffa bbene a la campagna
che ssinnò qqua nun ze magna.

Manna l’acqua che ricrea
che sinnò la Sora ACEA
ogni vorta che nun piove
se’mpressiona e ffa le prove
pe’ ppoté facce annà a lletto
cor lumino e’r mmoccoletto.

O ggran santo bbenedetto
fa che ognuno ciabbia un tetto,
la lumaca affortunata
cià la casa assicurata
cha la porta sempre appresso…
fa ppe’ noi puro lo stesso:
facce cresce su la schina
una cammera e ccucina.

Fa che l’oste, bbontà ssua,
pe’ fa er vino addopri l’uva,
che ssinnò, quanno lo bbevi,
manni ggiù l’acqua de Trevi.
Così er vino fatto bbene
fa scordà tutte le pene
e tte mette l’allegria.
Grazie tante….
…………..Accusì ssia !!!!!

Aperitivo Hugo, dal Trentino lo porta il Sole!

Il Trentino Alto Adige è una regione meravigliosa: pulizia, organizzazione, paesaggi mozzafiato. Per l’happy hour il Trentino ha però un’altra particolarità mai scesa verso sud! Hugo! Un aperitivo trasparente, profumato e freschissimo. Cercate sul web le prove della diffusione di questo gustosissimo e leggero compagno dell’aperitivo pomeridiano!

Buona estate a tutti!

Con il caldo torrido in arrivo vogliamo augurare una fresca estate a tutti!

Ve la auguriamo così!

gelati_sole_di_ostia

Muslum e aperire. Come nasce l’aperitivo

Incredibile come quasi ogni cosa della nostra società abbia origine nell’antichità romana… il diritto, la lingua… gli aperitivi! Ebbene si, l’origine dell’aperitivo è così lontana…e così vicina geograficamente. Non ce ne voglia Milano, ma l‘aperitivo è tutto romano! Si presentava con il nome dimulsum, ed era una miscela di vino e miele servita all’inizio del pasto in quella cheera chiamata la “gustatio”, che subito fa pensare a un qualcosa che apre lo stomaco, favorisce l’appetito e invita all’attesa delle portate principali…insomma un aperitivo!